Sistemi Gestionali Nomentana

Questa scheda è stata visualizzata 33 volte
Sistemi Gestionali Nomentana
User Rating: 4.8 (1 votes)

Lo scopo delle seguenti riflessioni consiste nel delineare le caratteristiche delle diverse tipologie di imprese che partecipano alla realizzazione dei Sistemi gestionali Nomentana  assumendo ruoli diversificati e, per tale ragione, soggetti a differenti condizioni in relazione alle questioni di salute e sicurezza sul lavoro. Affidataria, esecutrice, subappaltatrice, lavoratore autonomo, fornitrice, costituiscono aggettivazioni dell’impresa che ne definiscono il ruolo nel cantiere, le relazioni di carattere contrattuale e, conseguentemente, gli obblighi definiti dal La consapevolezza di tali aspetti risulta fondamentale nel fornire la maggiore efficacia alle richieste normative e alle conseguenti condotte da porre in atto nell’organizzazione, progettazione ed esecuzione delle opere edili e di ingegneria civile e ciò in relazione ai molteplici obblighi e, tra questi, di attivazione del coordinamento, di verifica dell’idoneità tecnico professionale, di redazione dei diversi documenti di sicurezza. Evoluzione del quadro normativo L’evoluzione normativa che ha condotto all’attuale Titolo IV del  in riferimento all’individuazione dell’impresa, ha presentato un continuo adeguamento finalizzato a chiarire ruoli e obblighi delle diverse tipologie di imprese nel contesto del cantiere temporaneo o mobile. Prendendo in esame il dlgs 494/1996 si può notare che il legislatore aveva inizialmente ritenuto necessario introdurre solo le definizioni dei seguenti elementi: cantiere temporaneo o mobile, committente, responsabile dei lavori, lavoratore autonomo, coordinatore per la progettazione, coordinatore per l’esecuzione dei lavori.

Sistemi gestionali Nomentana

Successivamente con il dlgs venivano inseriti nei Sistemi gestionali Nomentana  ulteriori definizioni in relazione agli uomini-giorno e al piano operativo di sicurezza. Solo con l’accorpamento normativo in tema di salute e sicurezza sul lavoro avvenuta con l’emanazione del dlgs 81/2008 si introduceva una prima ulteriore definizione di impresa affidataria individuando di conseguenza le cosiddette imprese subappaltatrici  Mentre è solo con il dlgs 106/2009 che viene introdotta la definizione di impresa esecutrice quale soggetto che esegue un’opera o parte di essa impegnando proprie risorse umane e materiali La successione degli adeguamenti normativi manifesta quindi l’esigenza del legislatore di caratterizzare in modo diverso le imprese nel contesto del cantiere. Tutto ciò non può non avere conseguenze nell’organizzazione della sicurezza nel cantiere, nell’attribuzione di ruoli e obblighi diversificati alle diverse imprese e conseguentemente nella determinazione di condizioni e fattispecie differenziate in ragione delle attività svolte dalle stesse. Si evidenzia inoltre che l’ulteriore elemento che caratterizza le diverse imprese partecipanti al cantiere è la tipologia del contratto e dei contraenti. Si noti bene che se vi è coincidenza tra impresa affidataria e impresa appaltatrice, non è detto che impresa esecutrice sia sinonimo di impresa subappaltatrice.

Sistemi gestionali Nomentana

Per un verso è la condizione contrattuale, dal punto di vista delle funzioni esercitate, che caratterizza l’impresa per l’altro sono i lavori che i Sistemi gestionali Nomentana svolgono nel cantiere a far scaturire gli obblighi prevenzionistici: l’impresa affidataria può essere al contempo anche esecutrice. L’attuale versione del Testo Unico, novellata dal dlgs 106/2009, con l’introduzione della definizione di impresa esecutrice ha visto caratterizzarsi diversamente anche l’obbligo di attivazione da parte del committente delle figure di coordinamento. Infatti, al comma 3 dell’art. 90, dopo le parole: “più imprese” è stata inserita la parola “esecutrici”  al comma 4.

Tel: 0645548090

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*